Vietato farsi la barba. L’origine del precetto della Torah

ebrei

Non taglierete in tondo i capelli ai lati del capo, né spunterai gli orli della tua barba (Levitico 19:27).

Questa antica norma, espressa nel Levitico all’interno del cosiddetto “codice di santità“, ha dato origine all’usanza ebraica di lasciarsi crescere la barba e, in alcuni ambienti ortodossi, anche i capelli ai lati del capo (peyòt). La tradizione rabbinica sostiene che la proibizione della Torah si riferisca all’atto di estirpare i peli da alcune zone del volto e della testa tramite un rasoio. In ossequio a tale precetto (andando anche oltre quanto esso richiede), una parte dell’Ebraismo ha spesso scoraggiato gli uomini dall’accorciare la barba e i capelli intorno alle orecchie, attribuendo a tale uso un valore sacro, o almeno un’elevata importanza identitaria.

Senza discutere sui dettagli della legge ebraica così come è stata storicamente applicata, vogliamo però chiederci quale sia il motivo alla base di questa proibizione. Perché mai la Torah ha vietato di radersi i capelli e la barba in alcune zone? Continua a leggere

Il Dio che redime… gli Egiziani!

egypt

Considerando che la festività di Pesach è alle porte, e che milioni di Ebrei stanno per sedersi come ogni anno alla tavola del Seder per celebrare la liberazione dalla schiavitù in Egitto, il titolo di questo articolo potrebbe apparire più che mai una stramba provocazione.

Parlando così spesso della redenzione di Israele, a Pesach come in tante altre occasioni, si corre il rischio di dimenticare che la Torah e i Profeti racchiudono una visione ben più ampia. Tra le pagine della Bibbia ebraica − quasi costantemente incentrate sulla storia del popolo d’Israele − esiste infatti una concezione universale della redenzione che, sebbene talvolta sia poco percepibile, in alcuni casi risplende in modo straordinario.

Vogliamo allora promuovere una riscoperta di tale concezione universale proponendo un commento al capitolo 19 del libro di Isaia, uno dei brani che smentiscono in maniera particolarmente eclatante le convinzioni di chi immagina il Dio della Bibbia ebraica come una “divinità nazionale degli Ebrei”, e l’Ebraismo come un sistema religioso che esclude il genere umano nella sua collettività per favorire un’unica nazione eletta.

Continua a leggere

Il Messia – Lezione 7: La vera differenza tra Ebraismo e Cristianesimo

Ciclo di lezioni audio di sguardoasion.com (3).png

Quando Ciro di Persia concesse agli Ebrei esiliati a Babilonia di fare ritorno nella loro terra e ricostruire il Tempio, la Redenzione e la venuta del Messia sembrarono imminenti. Tra le grandiose promesse dei profeti e l’asprezza della realtà concreta si levò la voce di Zaccaria (Zechariah), che tornò a parlare del “germoglio di David” e dell’era messianica.

Leggendo le profezie scritte all’epoca del ritorno da Babilonia riusciremo a comprendere la vera differenza tra l’Ebraismo e il Cristianesimo in merito all’idea del Messia.
Continua a leggere

“Mi hanno forato le mani e i piedi”: Di chi parla il Salmo 22?

Salmo22

Tempo fa ci è giunta la seguente domanda da parte di un utente anonimo:

Nel Salmo 22:16-19 Davide dice: “Mi hanno forato le mani ed i piedi. […] Spartiscono fra loro le mie vesti e tirano a sorte la mia tunica”.
Ma questa non è una profezia su Gesù? Gesù fu messo in croce e tirarono a sorte la sua tunica. Ma di chi sta parlando Davide? Tutto questo Salmo mi ricorda solo Gesù. Davide ha profetizzato la crocifissione di Gesù.

In effetti, come afferma il nostro lettore, la frase “mi hanno forato le mani e i piedi” potrebbe richiamare proprio la crocifissione o una simile tipologia di tortura. Non sorprende allora che questo verso sia interpretato dai Cristiani come un riferimento alla pena subita da Gesù secondo i Vangeli. In tutto ciò, esiste tuttavia un problema di fondo: la frase “mi hanno forato le mani e i piedi” non compare affatto in questo Salmo.

Continua a leggere

Scintille di Torah II: Esodo

בְּרֵאשִׁית

Scintille di Torah” è la raccolta di brevi commenti alla parashàh (porzione settimanale di Torah/Pentateuco secondo il ciclo di lettura annuale ebraico) che pubblichiamo ogni settimana sulla nostra pagina Facebook.
Di seguito troverete tutti i commenti al Libro dell’Esodo pubblicati nel 2019.

SHEMOT

“E Dio disse: «Io sarò con te, e questo sarà per te il segno che io ti ho mandato: Quando avrai fatto uscire il popolo dall’Egitto, voi servirete Dio su questo monte»” (Esodo 3:12).

Che cosa intende la voce divina quando afferma che l’arrivo degli Israeliti al Monte Sinai per servire Dio sarà il “segno” per Moshè? Possiamo forse ritenere che prima di questo evento Moshè non avesse la certezza di essere stato inviato da Dio?

Continua a leggere

Il Messia – Lezione 6: Il germoglio di David

Ciclo di lezioni audio di sguardoasion.com (3).png

Dal momento che Ezechia non ha meritato l’adempimento completo delle profezie messianiche nella sua epoca, ciò significa forse che le promesse di Redenzione sono state annullate? Sembra proprio di no, considerando che i profeti continuano ad annunciare l’era messianica anche molti secoli dopo.

Leggendo alcuni brani di Geremia ed Ezechiele, comprenderemo le caratteristiche del Messia rivelate dalla Bibbia ebraica e risponderemo alla domanda “è possibile che l’era messianica giunga senza alcun re umano?”.
Continua a leggere

Le mani di Mosè e la guerra contro Amalek

holdingUpTheStaff.jpg

E Moshè costruì un altare e lo chiamò «HaShem è la mia bandiera».  E disse: «Poiché una mano è sul trono di Yah: [ci sarà] guerra per HaShem contro Amalek di generazione in generazione» (Esodo 17:15-16).

La severità con cui il testo biblico si scaglia contro la nazione di Amalek non ha pari all’interno della Torah. Né gli Egizi, né i Cananei o i Moabiti sono infatti condannati in modo tanto drastico e solenne, nonostante la loro corruzione morale e le violenze da loro compiute contro Israele. Solo in riferimento ad Amalek è scritto che Dio ha giurato sul suo trono di combattere questo popolo per tutte le generazioni. Quale grande crimine hanno commesso gli Amalekiti per essere considerati i nemici di Dio per eccellenza? Continua a leggere