Archivio dell'autore: Sguardo a Sion

Scintille di Torah II: Genesi

בְּרֵאשִׁית

Scintille di Torah” è la raccolta di brevi commenti alla parashàh (porzione settimanale di Torah/Pentateuco secondo il ciclo di lettura annuale ebraico) che pubblichiamo ogni settimana sulla nostra pagina Facebook.
Di seguito troverete tutti i commenti al Libro della Genesi pubblicati nel 2018.

BERESHIT

“In principio Dio creò il cielo e la terra” (Genesi 1:1).

Il credente che oggi si approccia allo studio della Genesi si ritrova immediatamente a fare i conti con il divario che esiste tra il racconto biblico della Creazione e le moderne teorie scientifiche.
A questo innegabile divario, alcuni reagiscono gettando discredito sulla scienza, negando le conoscenze odierne sull’età dell’universo e sulla geologia. “Gli scienziati hanno torto e la Bibbia ha ragione”, sostengono con fierezza. Continua a leggere

“Un bambino è nato per noi”: il vero “natale” nel libro di Isaia

luce

In questi giorni in cui in gran parte del mondo si celebrano le festività natalizie, nelle chiese saranno letti, come ogni anno, i versi di Isaia 9:1-6 che parlano della nascita di un bambino e di una grande luce che risplende nell’oscurità annunciando la salvezza divina. Questa profezia di consolazione, che il pensiero cristiano ha interpretato come una predizione della nascita di Gesù di Nazareth, conserva però un suo significato originario e autentico che è legato a un avvenimento storico ben diverso. Riscopriamo allora il messaggio che il profeta Isaia intendeva realmente trasmettere ai suoi contemporanei attraverso un commento di questi celebri versi. Continua a leggere

Il Messia – Lezione 4: “E tu Betlemme”

Ciclo di lezioni audio di sguardoasion.com (3).png

Per scoprire l’identità del Messia, forse non bisogna andare molto lontano. Non è necessario attraversare lunghi secoli o guardare verso un futuro distante. Isaia e Michea sembrano indicarci la Redenzione messianica come un evento molto vicino, pronto a manifestarsi nella stessa epoca in cui essi profetizzavano. È davvero possibile che il Messia sia già arrivato?
Continua a leggere

Hanukkah: che cosa si commemora realmente?

menorah

“Che cos’è Hanukkah? I Saggi hanno detto: Dal giorno venticinque del mese di Kislev, vi sono otto giorni di Hanukkah. Non è permesso fare lutto o digiunare in essi. Poiché quando i Greci entrarono nel Santuario, essi profanarono tutti gli oli sacri; e quando il regno degli Asmonei [i Maccabei] sorse e li sconfisse, essi trovarono una sola ampolla d’olio con il sigillo del Sommo Sacerdote. E c’era in essa olio sufficiente per un solo giorno. Ma avvenne un miracolo ed essi accesero [i lumi del candelabro] con esso per otto giorni. L’anno seguente i Saggi istituirono quei giorni e li resero una festa per la lode e per il ringraziamento” (Talmud Bavlì, Shabbat 21b).

In questo brano del Talmud, l’origine della festa di Hanukkah (o Chanukkah) viene ricondotta principalmente (se non esclusivamente) a un prodigio avvenuto nel Santuario durante la riconsacrazione ad opera dei Maccabei dopo la vittoria sui Greco-siriani. L’idea che questa festività sia nata come celebrazione del “miracolo dell’olio” presenta però alcune difficoltà e non appare coerente con quanto riportato in altre fonti. Qual è dunque il vero significato della festa di Hanukkah? Continua a leggere

Il Messia – Lezione 3: E se il Messia fosse…

Ciclo di lezioni audio di sguardoasion.com (3).png

La terza lezione del nostro ciclo dedicato al tema del Messia ci farà entrare nel vivo dell’argomento, mettendo in discussione le idee più diffuse sulle promesse messianiche della Bibbia ebraica. Se non temete la perplessità e il confronto con una verità diversa da quella che conoscete, vi invitiamo a proseguire insieme a noi questo percorso per scoprire in che modo gli antichi profeti d’Israele hanno parlato della Redenzione e della figura del re messianico. Continua a leggere

Esaù ci insegna come leggere la Genesi

Torah-

Il Libro della Genesi (Berehshìt) si presenta in gran parte come l’avvicendarsi di storie di individui e di nuclei familiari che vivono eventi a volte drammatici (violenze, inganni, rivalità), a volte grandiosi (miracoli, rivelazioni divine), ma anche apparentemente ordinari (matrimoni, migrazioni). L’idea che dietro queste storie si celino significati profondi, insegnamenti morali o persino concetti esoterici è condivisa da molti lettori della Bibbia. Ma come dovremmo interpretare i racconti dei patriarchi e delle loro famiglie? Quali indizi ci fornisce il testo per vedere nelle loro vicende qualcosa in più di semplici  (per quanto singolari) biografie di uomini del passato? In questo articolo vogliamo proporvi una chiave di lettura illuminante concentrandoci in particolare su un personaggio che, nonostante non possa essere considerato uno dei protagonisti principali della Genesi, non ha di certo un ruolo marginale. Stiamo parlando di Esàv (Esaù), il fratello gemello del patriarca Yaakòv (Giacobbe). Continua a leggere

Il Messia – Lezione 2: Una stella spunta da Giacobbe

Ciclo di lezioni audio di sguardoasion.com (3).png

Continua la nostra ricerca del brano della Torah in cui si parla per la prima volta della venuta del Messia. In questa lezione esamineremo il passo del Deuteronomio (18:15-19) in cui Dio promette di suscitare per gli Israeliti “un profeta come Moshè”. Poi ci concentreremo sul famoso oracolo di Bil’am sulla “stella” che sorge da Giacobbe (Numeri 24:17).

Questa ricerca ci porterà a scoprire il significato autentico dei versi biblici che le varie tradizioni ci hanno abituato nei secoli a leggere al di fuori del loro contesto, e a comprendere le vere origini dell’idea messianica nelle Scritture. Continua a leggere